Il progetto Italian Mountain Lab a Terra Madre Salone del Gusto

Dal 20 al 24 settembre, a Torino, torna Terra Madre Salone del Gusto, il più grande evento internazionale dedicato al cibo organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e il coinvolgimento del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nell'ambito delle attività previste per l’anno del cibo italiano.

La XII edizione di Terra Madre è dedicata al tema Food for Change e, attraverso un ricco programma di conferenze, laboratori del gusto, forum e workshop con la presenza di contadini, allevatori, artigiani ma anche professionisti ed esperti del mondo universitario e della ricerca, pone l’attenzione sul cibo come potente strumento per avviare una rivoluzione lenta, pacifica e globale.

Nell'ottica di innescare il cambiamento in ognuno di noi, capitalizzando e potenziando le esperienze esistenti attraverso la collaborazione e cooperazione, il progetto Italian Mountain Lab - progetto FISR, Fondo integrativo speciale per la ricerca del MIUR, si presenta a Terra Madre domenica 23 settembre alle ore 15.30, presso la Sala Arancio – Lingotto Fiere. 

In linea con quanto previsto da processi attivati sul piano nazionale e internazionale, Italian Mountain Lab intende promuovere la costituzione di un laboratorio di alta-formazione e ricerca a presidio delle montagne italiane, avvalendosi della collaborazione congiunta dell’Università della Montagna (UNIMONT), Centro d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano, l’Università del Piemonte Orientale e l’Università degli Studi della Tuscia. Le tre Università italiane lavorano insieme, attraverso attività di ricerca, sperimentazione, trasferimento tecnologico e formazione, per supportare le istituzioni locali e favorire lo sviluppo e la valorizzazione delle aree montane.

«Da tempo il nostro Ateneo, con i suoi docenti, partecipa all'evento Terra Madre, inserito nel Salone del Gusto torinese. Abbiamo accolto con piacere l’invito a presentare all'interno della manifestazione il progetto Italian Mountain Lab, che, oltre allo sviluppo delle aree montane, è assai sensibile al tema della biodiversità, sviluppato nei filoni di ricerca dei nostri antropologi e geografi» afferma il Professor Cesare Emanuel, Rettore dell’Università del Piemonte Orientale. Aggiunge la Professoressa Anna Giorgi, coordinatore e responsabile scientifico del progetto Italian Mountain Lab «Con il Progetto Italian Mountain Lab promuoviamo un’alleanza tra le università italiane che, partendo dall'esperienza virtuosa di UNIMONT, favorisca la formazione di giovani capaci di trasformare le specifiche risorse delle montagne, incluse quelle della tradizione enogastronomica, in valore e ricchezza, attraverso innovazione di metodo e processo».

(Comunicato a cura di UNIMONT)