Il lupo italiano è unico al mondo, NO agli abbattimenti!

In data odierna la conferenza stato-regioni affronterà come tema il Piano Lupo e associazioni quali Enpa, Italia Nostra, Lac, Lav e Lipu promettono una dura battaglia qualora venissero autorizzate misure a favore dell'abbattimento del lupo.

Quali le cause alla base di tale opposizione? Parliamo emplicemente di etica o c'è qualcosa di più? Scopriamolo insieme...

"Il lupo grigio appenninico o lupo italiano è una sottospecie unica al mondo, che si è separata geneticamente dagli altri lupi sin dall’ultima glaciazione. Lo ha dimostrato un gruppo di ricerca internazionale con un’accurata indagine sul DNA di centinaia di esemplari. Lo studio, condotto su lupi provenienti da cinque diverse popolazioni europee, ha dimostrato che quello italiano si distingue in maniera netta da tutti gli altri, sia per quanto riguarda i cromosomi autosomici, ovvero la maggior parte del Dna di un esemplare, sia a livello mitocondriale, cioè il dna ereditato per via materna. Il lupo italiano iniziò a distanziarsi geneticamente dagli altri lupi circa 10mila anni fa, e non, come si pensava, a partire dai secoli scorsi [...] se scomparisse sparirebbe con lui tutta una storia che parte da milioni di anni fa. La sua specie fu protetta dall’isolamento naturale dovuto alle Alpi e al mare, che impedirono per millenni ai nostri lupi di fondersi con altre specie e anzi l’addomesticamento fa sì che anche molti dei nostri cani domestici abbiano questo DNA unico in corpo." (articolo completo al link: http://www.abruzzolive.it/?p=75655)